Iron Mike Tyson VS James Buster Douglas 11.02.1990

Mondiale dei pesi massimi a Tokio, 11 febbraio 1990. A sfidarsi Mike Tyson e James Douglas in un match leggendario, entrato di diritto nella storia della nobile art.

23 giorni prima dell'incontro Douglas aveva perso la madre e saliva sul ring più motivato che mai, senza paura, senza lasciarsi intimorire dal professionista che aveva davanti.

La storia poi la conoscono tutti gli appassionati di boxe. Mike negli ultimi mesi prima dell'incontro si è dato alla pazza gioia, un lusso sfrenato ed hotel in ogni parte del mondo pieni di ragazze pronte ad andare a letto con il campione dei pesi massimi. È svogliato, si allena poco, costringendo il suo sparring partner ad allenarsi da solo. Tyson si sente superiore.

L'inizio del match è completamente a favore dello sfidante. Tyson cerca di mettere a segno i colpi e chiudere in fretta l'incontro ma Douglas schiva e colpisce, una tortura per l'americano.

Ottavo round, entrambi i pugili sono sfiniti e Mike ne approfitta e riesce a piazzare uno dei suoi montanti decisivi mettendo al tappeto l'avversario. L'arbitro inizia a contare quando James è già a terra da diversi secondi, il conteggio è lungo, troppo lungo. Il pugile ha quindi il tempo di rialzarsi prima del gong e riposarsi al suo angolo.

Raffica di colpi alla decima ripresa, Tyson crolla, è KO! Ma cosa sarebbe successo se sul ring fosse salito il vero Mike Tyson? Cosa sarebbe successo se l'arbitro avesse decretato la sua vittoria per KO senza salvare Douglas con un conteggio più lungo? Purtroppo non lo sapremo mai, il match in questione verrà ricordato per sempre come uno degli incontri con il risultato più sorprendente di sempre.
Autore GothamITA
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!