Maria Sharapova positiva all'antidoping: svista o malafede?

Ha letteralmente scioccato il mondo sportivo, e non solo, l'annuncio dato nella giornata di lunedì 7 marzo 2016 dalla tennista russa Maria Sharapova. In una conferenza stampa convocata da lei stessa, la Sharapova ha annunciato di essere risultata positiva all'antidoping agli ultimi Australian Open.

La positività sarebbe stata riscontrata lo scorso 26 gennaio, nel corso dello Slam australiano. La sostanza incriminata è il meldonium, farmaco anti-ischemico usato per combattere cefalee e altri disturbi. Il meldonium però dal 1 gennaio 2016 è considerato sostanza dopante, in quanto influisce positivamente sul metabolismo e l'apporto energetico ai tessuti.

La Sharapova si è difesa dicendo di non avere agito in malafede, ma di non aver letto la mail della ITF (federazione internazionale del tennis) in cui era contenuta la nuova lista dei farmaci proibiti. Tra questi, appunto, il meldonium, che la 28enne russa ha dichiarato di aver assunto per almeno 10 anni per combattere una forma di diabete ereditario di cui è affetta. Insomma, secondo la tennista si è trattato di una colossale disattenzione di cui peraltro si è presa la colpa.

Ma è davvero così facile credere che un'atleta di tale livello e con uno staff invidiabile abbia potuto commettere tale ingenuità? Ed inoltre, perchè usare proprio tale farmaco contro il diabete quando questo viene ritenuto pressochè inutile? Infatti questa sostanza è capace di agire sulla circolazione cardiaca, consentendo al cuore di sopportare sforzi estremi, mentre non è indicata nei casi di diabete, se non in fasi avanzate della malattia (non è certo il caso della Sharapova). E' un caso che altri atleti russi siano stati sospesi per aver assunto questa sostanza, capace anche di coprire tracce di EPO?

Questi interrogativi gettano diverse pesanti ombre sulla tennista russa e la sua tesi difensiva, ed ora la Sharapova rischia da due a quattro anni di stop.
Autore vdc1985
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!