Mountain Bike in Bambù: l'alternativa del carbonio e all'alluminio

La mountain bike negli ultimi anni ha subito uno sviluppo inaspettato, che nonostante la crisi, si è assistito ad una forte incremento delle vendite.
Tutto questo si è potuto arrivare anche dal fatto che sempre più persone hanno capito che praticare uno sport giova notevolmente alla salute e anche dal fatto che dato il traffico cittadino che aumenta sempre di più, si preferisce usare la bici per percorrere piccole distanze.

Generalmente se si chiede alle persone il tipo di materiale che viene usato per la costruzione del telaio di una bici, la maggioranza risponderà in alluminio e carbonio, i due materiale che più si usano nel nostro paese e centro Europa.

Per costruire un telaio abbiamo anche una tecnica del tutto artigianale, che impiega la canna di bambù, che sembra fragile, ma racchiude molte interessanti proprietà come:
1) la leggerezza anche rispetto al carbonio e alluminio
2) la flessibilità
3) riesce ad avere una buona risposta alle vibrazioni

Una bici che viene assemblata tutta manualmente e rende ogni pezzo esclusivo.
Questa bici viene commercializzata e venduta sopratutto in America, Asia e Africa, mentre in Italia è ancora poca commercializzata anche dal fatto che i prezzi non sono ancora del tutto contenuti, infatti una bici costa mediamente intorno ai 4.000.00 euro, si stà già pensando a come ridurre i costi.
Autore NEWS360
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!