MTB enduro - Mavic Trans-Provence del 2012

In un tour lungo i sentieri della rinomata competizione trans alpina, partendo dalle vette delle Alpi francesi per arrivare fino al mare, in un susseguirsi di discese mozzafiato e arrampicate da camosci. Questa è un'esperienza che conquista l'anima per la bellezza dei tracciati e dei panorami, ma che mette a dura prova sia gli sportivi sia i loro mezzi meccanici.

Guardando il video si percepisce il rumore del vento e quello del respiro, l'udito non percepisce altro. Gli alberi sfrecciano rapidi fuori dal campo visivo, e gli occhi rimangono sbarrati, fissati su un solo punto: quella maledetta ruota posteriore che precede il biker. Questo tracciato è caratterizzato da sentieri fantastici, roccia bianca e profumo di mare. La cosa più incredibile è che i francesi non solo non pubblicizzino questo evento ma quasi sono omertosi nel non voler diffondere alcuna informazione su questo trail.

L'unico modo per scoprirli è partecipare ad un tour organizzato, ironicamente gestito da inglesi che vivono in Provenza da anni. L'organizzazione rende disponibile dei tour organizzati per coprire tutte le ventiquattro prove speciali della gara. Una gara fantastica, per chi considera l'enduro come il vero riflesso dello spirito profondo della mtb: aspettarsi in salita, per poi godere appieno delle emozioni che una discesa ben disegnata da madre natura sa regalare.

Il tour è abbastanza particolare, dato che semplifica alcune difficoltà della gara con risalite fatte in furgone. Ciò non toglie che sia comunque un'esperienza per pochi: in sei giorni si coprono circa seicento chilometri di sterrato tutto single track, novemila metri di salita e diciottomila metri di discesa spesso molto impegnativa e a tratti esposta. Non mancano inoltre tratti con la bici in spalla ma in cambio avremo goduto dei panorami unici che la Provenza sa regalare e di una compagnia che viene da tutto il mondo.
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!