Strabiliante tecnica per catturare pesce

Con questa tecnica di pesca con trappola, grazie ad un semplice espediente ed alla conoscenza delle abitudini di alcuni pesci si riesce ad ottenere una discreta quantità di prede senza tropp faticare. Nelle zone paludose e ricche di fango con acque torbide e con scarsa visibilità pesci come l'anguilla o il pesce gatto tanno scavati poi dei cunicoliendono a spostarsi sul fondale ed a cercare tane e nascondigli.

Sfruttando la curiosità del pesce e la sua caratteristica di ricercare nuovi territori di caccia o un riparo si riesce a trarlo in inganno bloccandolo senza via d'uscita.

La tecnica sfrutta queste caratteristiche facendo finire questi poveri malcapitati in trappola. Bisogna scavare una buca nel fango profonda circa 50cm, in cui verrà adagiato un secchio o una bacinella che fungerà da recipiente di raccolta del pesce. Vanno poi scavati dei canali che portano dalla zona con acqua fino al recipiente, meglio se poi terminano con un tubo o qualcosa di rigido, così da impedire al pesce di ritornare indietro. Una volta giunto infondo al cunicolo il pesce cadrà nel recipiente di raccolta che, avendo le pareti, impedirà al pesce di risalire e fuggire.

Giornalmente è possibile catturare una discreta quantità di esemplari, specialmente di anguille che si spostano molto, ricoprendo anche parecchia strada al di fuori dell'acqua.

Autore farmame
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietà del canale Youtube KJ Channel. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!